Tutto quello che vuoi sapere sul fischio nell’orecchio
sassofono musicisti udito acufene

Musicisti: doppio di probabilità di sviluppare acufene rispetto agli impiegati

Le persone che lavorano nel settore della musica hanno quasi il doppio della probabilità di sviluppare un acufene rispetto alle persone che lavorano in ufficio, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Manchester.

Lo studio, pubblicato su Trends in Hearing, ha analizzato 23.000 persone presenti nella UK Biobank, un database online che raccoglie documenti medici e relativi allo stile di vita di mezzo milione di britannici.

I ricercatori hanno confrontato i livelli di difficoltà uditiva e la presenza di acufene nelle persone che lavorano in aziende rumorose, ad alto rischio, come l’edilizia, l’agricoltura e il settore della musica rispetto alle persone che lavorano nella finanza, un settore considerato tipicamente a basso rischio.

Sono molti i musicisti famosi che lamentano un acufene continuo, tra cui Mark RonsonChris Martin dei Coldplay, Ozzy Osbourne e Noel e Liam Gallagher.

Anche i musicisti classici sono a rischio: lo scorso anno, un violinista ha dovuto abbandonare le prove dell’opera La Valchiria di Wagner, che si tenevano presso la Royal Opera House di Londra, per i danni uditivi causati dall’esecuzione della musica classica.

Il dott. Sam Couth, che lavora presso il Centro Universitario di Audiologia e Sordità di Manchester, ha dichiarato: “La nostra ricerca mostra che le persone che lavorano nel settore della musica corrono un rischio considerevole di sviluppare un acufene e questo rischio è in gran parte dovuto all’esposizione a rumori forti”.

Bisogna indossare protezioni auricolari quando i livelli di rumorosità superano gli 85 decibel, che è approssimativamente l’equivalente del rumore prodotto dal passaggio di un camion di grandi dimensioni.

Trauma acustico e fatica uditiva

Il trauma acustico cronico è una diminuzione dell’udito provocata dall’esposizione prolungata a rumore di elevata intensità (es.  rumore industriale). L’ipoacusia professionale è conseguente all’esposizione protratta nel tempo di rumori di intensità maggiore a 85 dB di Leq (Livello equivalente di esposizione giornaliero: media ponderata del rumore al quale è esposto il lavoratore nelle 8 ore del turno lavorativo). Il rischio si accresce in funzione dell’aumento di intensità del rumore e della durata di esposizione. Il 10% dei lavoratori esposti a 85 – 90 dB manifesta ipoacusia e acufene.

Per fatica uditiva temporanea si intende l’innalzamento temporaneo della soglia uditiva provocata dall’esposizione a suoni intensi (Temporary Threshold Shift: TTS). Raggiunge il massimo 2 minuti dopo la fine della stimolazione. La soglia si normalizza entro 16 ore (periodo normale di riposo per un lavoratore).

Se dopo 16 ore non avviene il recupero allora si parla di fatica uditiva patologica (Permanent Threshold Shift: PTS).

I rischi della musica ad alto volume

“La maggior parte dei concerti amplificati supera i 100 decibel, il che significa che i musicisti non dovrebbero essere esposti a quel livello di rumore per più di 15 minuti senza un’adeguata protezione”, ha aggiunto il dott. Couth.

“Le modifiche alla legislazione hanno aumentato l’uso delle protezioni acustiche e ridotto i problemi all’udito nel settore delle costruzioni, ma l’industria della musica è ancora in ritardo. Sappiamo da ricerche precedenti che solo il 6% dei musicisti indossa costantemente protezioni acustiche”.

“Parte del nostro lavoro è cercare di capire perché così pochi musicisti usano le protezioni ed escogitare modi diversi per incoraggiarli a modificare il loro comportamento. I musicisti dovrebbero indossare protezioni per le orecchie progettati appositamente per l’ascolto della musica in modo che la qualità del suono rimanga elevata, ma si riduca il rischio di danni all’udito.”

Il team di ricerca ha scoperto che problemi di salute e stile di vita hanno un impatto relativamente scarso sull’acufene e sulle difficoltà uditive. L’esposizione al rumore rappresenta, invece, di gran lunga il rischio maggiore.


Fonte: tinnitus.org.uk



Avatar

  Redazione

  La redazione di acufene.it è composta da redattori, dottori che ogni giorno si confrontano con i problemi della sordità, costantemente aggiornati sulle novità dei prodotti e della ricerca.



TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

musica

© 2019 Acufene.it - L'informazione sull' Acufene e sul fischio nell’orecchio
gestito da Del Bo Tecnologia per l’ascolto | P.IVA 01189420050 | Powered by 3bit